Libri consigliati, Tutti

Il bianco e i neri

Il bianco e il nero

Il bianco e i neri è un libro che mi ha fatto l’occhiolino riattivando ricordi e strappandomi più di un sorriso. Scritto da alcuni Educatori di una comunità per minori e illustrato da Edoardo Arcuri, riporta dialoghi e situazioni ben note a chi, come me, ha vissuto per vent’anni in realtà di questo tipo. Il fatto che il libro sia stato scritto all’interno di una comunità per minori stranieri è di secondaria importanza… le dinamiche tra gruppo di lavoro e ospiti (utenti o pazienti che dir si voglia) hanno le stesse caratteristiche a prescindere dal colore della pelle. I colleghi di Milano hanno scelto di mettere in risalto l’ironia senza la quale il loro lavoro non sarebbe possibile.  Ecco un breve estratto (autorizzato dall’autore):

M. oggi è davvero giù di morale dopo aver sentito la famiglia in Mali, Carlo decide di lasciargli usare un po’ il computer degli educatori in ufficio nonostante sia vietato ai ragazzi.
Passando vicino alla porta dell’ufficio poco dopo però, Carlo sente degli ansimi maschili provenire dalle casse dell’audio.
Carlo scatta furioso verso la scrivania:
“LO SAPEVO CHE TI GUARDAVI I PORNO MALEDETTO CHE CAZ….”
Stava guardando Fantozzi su Youtube.

Telefonata dalla scuola: un ragazzo sembra aver detto “fatti i cxxxi tuoi” ad un’insegnante; vado a recuperare il pargolo, deciso a fargli un mazzo tanto.
M., a modo suo, cerca di spiegarmi che non voleva offendere l’insegnante, stava “solo” rispondendo ad uno suo compagno.
Carlo: …si, ho capito, comunque le parolacce a scuole le evitiamo. Hai capito che oggi sei stato mandato a casa per questo, no?
M: Si, si, si capito.
I: cos’hai capito?
M: (Ride) – Che se anche domani parolaccia, allora anche domani a casa prima.
C: …

Segnalo il libro per affetto verso un mondo che non mi appartiene più, ma che è stato parte integrante della mia vita personale e professionale per tantissimi anni. Ai colleghi faccio i miei migliori auguri sperando che continuino ad amare la loro trincea, unendo  passione e consapevolezza del proprio ruolo educativo, professionalità e umanità senza dimenticare MAI che l’Educatore professionale è e deve essere, in primis, agente di cambiamento sociale e politico.

Il libro può essere acquistato su

Amazon

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...